Site em manutenção

Site em manutenção

Atenção: um problema técnico (servidor SQL) impede o acesso a esta parte do site. Obrigado por sua compreenção.

Página inicial > Internacional > Italiano > Brasile, la fabbrica del ferro e l’inferno dei residenti

Brasile, la fabbrica del ferro e l’inferno dei residenti



quinta-feira 15 de maio de 2014

Inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo, malattie respiratorie, problemi agli occhi e alla pelle: è il ’Il prezzo del ferro’, quello che sono costretti a pagare giorno dopo giorno gli oltre mille abitanti di Piquiá de Baixo, quartiere industriale di Açailândia, nello stato del Maranhão, a nord-est del Brasile.

Queste 380 famiglie abitano accanto a cinque fabbriche di ghisa, una ferrovia e altri impianti industriali che operano ininterrottamente. La loro vita quotidiana è raccontata negli scatti esposti fino alla fine di maggio all’Istituto nazionale dei tumori in via Venezian 1, a Milano, nell’ambito di una mostra curata dal fotografo brasiliano Marcelo Cruz.

Contemporaneamente all’esposizione è stato lanciato il Progetto Piquiá: si tratta di un’iniziativa voluta dall’Istituto nazionale dei tumori di Milano in collaborazione con i missionari comboniani che prevede la valutazione della salute respiratoria degli abitanti di Piquiá de Baixo e della qualità dell’aria che respirano, nonché il trasferimento della popolazione in un’area più salubre (Lucia Landoni)

Vedi foto al link: La Republica Milano